maida

Ti trovi nell'archivo degli articoli taggati con maida.

Leggi tutto »

Tags: , , , , , , , ,

Leggi tutto »

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leggi tutto »

Tags: , , , , , , , , ,

palazzo_delle_esposizioni

Leggi tutto »

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , ,


?Mangiar bene è uno dei piaceri della vita. Mangiare prodotti salubri, al naturale, senza conservanti né additivi chimici significa anche rispettare il proprio corpo?. Belle parole queste che ho letto sul sito web della ?Masseria Maida?, parole che diventano ancora più belle quando si conoscono i prodotti e lo spirito dell?azienda. La Masseria Maida è a Spinazzo, squillante contrada del Comune di Capaccio, abitata da gente che ha un filo diretto con la natura. Sono stato in ?Masseria? un pomeriggio d?aprile, dove ho incontrato Giovanni Miglino. Insieme abbiamo fatto un giro per visitare la moderna sala per la lavorazione e la produzione, l?area di confezionamento, di stoccaggio e il deposito, tutto sistematicamente ordinato e pulito, direi immacolato. Tra le frasi che sono state dette, due mi hanno colpito positivamente: «l?anima della nostra azienda è la qualità a qualsiasi costo», e, «in agricoltura niente è sprecato e niente bisogna buttare». Ecco in sintesi la storia dell?azienda: 9 anni fa, due amici, Francesco Vastola e Giovanni Miglino interrogando le loro nonne, mamme e zie, iniziano una ricerca su vecchie ricette cilentane, utilizzando per la conservazione e trasformazione metodi di una volta, infatti, il loro unico obiettivo è di portare sulle tavole i sapori originali. Iniziano le prime prove con risultati incoraggianti, cercando sempre di migliorare il prodotto finale. Poi, la partecipazione a numerose fiere del settore, e pian pianino, i loro prodotti sono approdati nelle cucine dei più importanti chef. Ne citiamo uno per tutti: Alfonso Iaccarino del Don Alfonso 1890 di Sant?Agata sui Due Golfi, locale pluristellato, che da anni è indiscutibilmente il più quotato della Campania ed è meta di gastronomi provenienti da tutto il mondo. Inoltre, i prodotti della ?Maida? si trovano da ?Peck? a Milano, uno dei templi della gastronomia mondiale. Notizie che fanno riflettere sulla qualità e la bontà della produzione di quest?azienda che molti ?capaccesi? addirittura non conoscono. Numerosi i prodotti dell?azienda tra sott?oli, salse, sughi, creme, marmellate e confetture. Sono veramente tanti, citiamo quelli più originali ed interessanti, tra i sott?oli (da gustare con l?aperitivo o come antipasto): peperoncini tritati, pomodori verdi farciti, pomodorini secchi, peperoncini piccanti farciti con tonno e olive o acciughe e capperi, melanzane piccole ripiene, involtini di melanzane, asparagini, cicoria selvatica, verza, agli e addirittura i fichi sott?olio; tra le salse e i sughi, è interessante il pomodoro passato giallo, niente di transgenico, ma un pomodoro particolare proveniente dall?America che a giusta maturazione è di colore giallo zafferano; tra le creme (da spalmare su tartine e crostini): crema di melanzane arrostite, di carciofi con tonno, di olive con funghi porcini al cioccolato, di rucola, di fichi, di pomodori verdi, di pomodori secchi, di basilico, e tante altre; le confetture: extra di fichi bianchi del Cilento, di pere e noci, di mele annurca, di melanzane con noci e di mele cotogne; le marmellate: di limoni, di arance, di arance con cedro, cipolle e zenzero e di cedro con carciofi e zenzero. Precisiamo che alla Masseria Maida usano solo l?olio extravergine d?oliva del Cilento e che i prodotti non coltivati in azienda provengono da agricoltori di fiducia.
Bisogna provarli per rendersi conto che ogni prodotto è una poesia.

Recapito: Masseria Maida, Via Tempa di Lepre, 84047 Capaccio-Paestum (SA), tel/fax 0828.722975. Sito web: www.masseriamaida.it e-mail info@masseriamaida.it.

Diodato Buonora – aprile 2004

P.S. dal 2006 l’azienda Maida è solamente di Francesco Vastola

Tags: , , , ,

Archivio