italia

Ti trovi nell'archivo degli articoli taggati con italia.

Leggi tutto »

Tags: , , , , ,

Leggi tutto »

Tags: , , , , , , ,

Leggi tutto »

Tags: , , , , ,

Leggi tutto »

Tags: , , , ,

Leggi tutto »

Tags: , , , ,

Leggi tutto »

Tags: , , , , ,

CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 85

Leggi tutto »

Tags: , , , , , , ,

Leggi tutto »

Tags: , , , , , , ,

Vini Buoni d’Italia 2009, i finalisti in Campania, Basilicata, Calabria, Abruzzo, Molise e Puglia

Leggi tutto »

Tags: , , , , ,

Leggi tutto »

Tags: , , , , , , , , , ,

Vini Buoni d’Italia 2009, Prime indicazioni dalla selezione di Paestum

 

Leggi tutto »

Tags: , , , , , , , , ,

 

Leggi tutto »

Tags: , , , , ,

 

Il mio "Vitigno Italia 2008"

Leggi tutto »

Tags: , ,

Paestum 10-11 giugno, selezione Vini Buoni d’Italia del Touring Club

Leggi tutto »

Tags: , , , , , , ,

 

Vinibuoni d’Italia contro Velenitaly

Leggi tutto »

Tags: , , ,

Leggi tutto »

Tags: , , , , ,

 

Leggi tutto »

Tags: , , ,

Leggi tutto »

Tags: , , , , , , ,

 

Il sito del giornalista Luciano Pignataro decimo in Italia per gradimento nel web del Food&Beverage

Leggi tutto »

Tags: , , , , ,


Vini Buoni d’Italia 2008. I coronati del Centro Sud

Leggi tutto »

Tags: , , , , , , , ,

  

Leggi tutto »

Tags: , , ,

Leggi tutto »

Tags: , , , , ,


Non succede solo al Sud ? dal Corriere di Como on line 15.02.07

Futuri chef senza cucine
Alberghiero senza le cucine, ultimatum della scuola al Comune
Da sei mesi i ragazzi che studiano nel plesso di Porlezza attendono invano il loro laboratorio

Futuri chef senza cucina. Senza pentole, tegami, fornelli. Una situazione paradossale, quella vissuta dalla sezione alberghiera dell’istituto ‘Vanoni’ di Menaggio. Le due classi prime, che già da settembre si sarebbero dovute esercitare in cucina, non hanno a disposizione alcun laboratorio, fondamentale per il corso di studi. Dal sindaco di Porlezza, comune in cui ha sede il plesso alberghiero del Vanoni, arriva però una promessa: «Entro questa settimana i ragazzi avranno il laboratorio».

Una cucina provvisoria, in attesa che venga completata una maxi struttura da 1.000 metri quadrati che comprende mensa, laboratorio, sala cottura ed eventuale centro ricreativo serale per i ragazzi del Centrolario.

Proprio ieri il preside del Vanoni, Gabriele Bufalino, ha lanciato l’ultimatum. «Le cucine non ci sono mai state consegnate, noi ne abbiamo bisogno. I ragazzi avrebbero dovuto iniziare ad esercitarsi sin da settembre. Recentemente ho avuto un incontro con i genitori e l’amministrazione comunale. Quest’ultima ha promesso la consegna di un laboratorio provvisorio in tempi brevissimi. Per la struttura definitiva, invece, bisognerà aspettare fino a luglio».
Nel frattempo, però, gli studenti dell’alberghiero hanno trascorso i primi sei mesi di scuola senza le cucine. «Erano fondamentali già a partire da settembre – continua il preside – probabilmente l’ente locale è incappato in qualche difficoltà tecnica e non ha potuto rispettare l’impegno assunto l’anno scorso. Da parte mia, sto completando l’acquisto del materiale che ci compete: pentole, tegami, posate e quant’altro. Lo metterò a disposizione quando saranno pronti i locali».

I laboratori servono non solo per i ragazzi già iscritti, ma anche per quelli che arriveranno l’anno venturo. «Abbiamo avviato due prime – dice Bufalino – e se il trend rimarrà costante, anche l’anno prossimo potremmo avviare due classi d’alberghiero». Dopo l’ultimatum del preside, la promessa del sindaco, Sergio Erculiani.

«Entro questa settimana consegneremo un primo laboratorio attrezzato e a norma. Entro luglio, invece, completeremo una maxi-struttura polifunzionale di circa 1.000 metri quadrati: mensa, laboratorio, sala bar, centro cottura. Un locale che potrà fungere anche da punto di ritrovo per i ragazzi del posto. Abbiamo investito in questo progetto circa 900mila euro: avevamo bisogno di un centro cottura, per cucinare i pasti in loco, e di una mensa capiente che potrà servire elementari e medie. E abbiamo recuperato un’importante area da 1.000 metri quadrati proprio sotto la sezione staccata del ‘Vanoni’».

Adesso resta soltanto da aspettare. E verificare, tra una settimana, se la promessa di un laboratorio funzionante in tutto e per tutto si sia trasformata in realtà. Mentre il preside ribadisce con forza l’assoluta necessità di una struttura che permetta ai ragazzi di fare pratica almeno nelle poche settimane che mancano alla fine delle lezioni.
Andrea Bambace

Tags: , , , ,


Riporto una comunicazione molto interessante dell’ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER – Delegazione di Napoli

Carissimi colleghi ed amici, finalmente è giunta l’ora: con sommo piacere ed un pizzico di emozione vi presento la serata del 13 dicembre che si terrà all?Istituto Grenoble di via Crispi n.86 alle ore 20.00 con la quale ufficialmente inauguriamo la stagione degli Eventi 2006-2007 della delegazione Ais di Napoli:

Italia-Francia, la sfida continua. Duello all’ultima goccia?

In questo interessante viaggio alla scoperta dei vini dei migliori territori di Italia e Francia saremo guidati dall?impareggiabile Giovanni Ascione, storico collaboratore della rivista Bibenda e redattore della guida Duemilavini oltre che grande comunicatore ed appassionato globetrotter sempre alla ricerca di nuove terre del vino da visitare.
Una degustazione di alto livello che vedrà scendere in campo per la Francia, la Pierre Moncuit con la Cuvée Pierre Moncuit-Delos Grand Cru, un Blanc de Blancs pregevole frutto dei vigneti di proprietà della maison, 17 ettari tutti classificati grand cru, che si trovano a Mesnil-sur-Orger, proprio lì dove si producono gli champagne più longevi di tutta la Côte des Blancs. A difendere i colori italiani in questa prima sfida a colpi di bollicine ci sarà l?azienda Majolini, una delle più prestigiose realtà della Franciacorta con il Valentino Majolini Millesimato 1994 che quest?anno, dopo aver riposato a contatto con i lieviti per ben 120 mesi, conquista meritatamente i cinque grappoli della guida Duemilavini 2007. Una cuvée de prestige, creata per celebrare il 25° anniversario della fondazione della cantina Majolini, che berremo con una certa emozione se pensiamo che la prossima cuvèe ?Valentino Maiolini? verrà commercializzata presumibilmente solo nel 2012.
La seconda sfida, tutta giocata sul filo della mineralità, è tra il Domaine Meyer-Fonné con il Riesling Kaefferkopf 2004, uno dei più grandi cru d?Alsazia, superiore a molti Grand Cru ufficiali, mentre per l?Italia ci sarà l?azienda Sartarelli, tra le artefici della rinascita del Verdicchio dei Castelli di Jesi, con il Contrada Balciana 2004, premiato anch?esso, quest?anno, dai cinque grappoli della Duemilavini.
Per ultimo ci sarà il confronto tra due vini accomunati dall?anima mediterranea anche se differenti nella cifra stilistica: da una parte il Bandol 2001 dello Chateau de Pibarnon, vale a dire l?eccellenza della Provenza, e dall?altra il pluripremiato Taurasi Vigna Cinque Querce 2001 di Salvatore Molettieri, l?orgoglio della nostra terra che ha conquistato nel 2006 il titolo di miglior vino rosso dell?anno per la Guida del Gambero Rosso ( ?guida concorrente, ma per stavolta chiuderemo un occhio!).
Buon divertimento a tutti.
Tommaso Luongo Resp.Eventi Ais Napoli

Cell.3356790897 – tommasoluongo@yahoo.it

N.b. Il contributo previsto per la serata è di 30 euro, per la prenotazione potrete telefonare allo 0823.345188 (Anna, segretaria Ais Campania) o al 333.4556524 (Elena, segretaria Ais Napoli). Nel caso di pagamento anticipato a mezzo bonifico vi verrà già assegnato il posto in sala (Associazione Sommelier Campania – Via delle Querce n.6 81023 Falciano di Caserta BCC ” San Vincenzo De’ Paoli di Casagiove” ABI 08987 CAB 74840 C/C 30616 CIN J). Non prenotate per poi non venire. Un eventuale disdetta non tempestiva non consentirebbere ad altri soci interessati di partecipare a causa dei posti limitati.
Un doveroso ringraziamento va a Mme Danièle Rousselier, direttrice dell’Institut Francais de Naples, per averci gentilmente messo a disposizione la sala per la degustazione.

Tags: , , , , , ,


Napoli, 28 novembre. Anteprima Vitigno Italia
Quest?anno raddoppia con VitignoSud
Si presenta la nuova Guida completa ai vini della Campania
(250 aziende, 1500 etichette) Edizioni dell’Ippogrifo

Martedì 28 novembre, alle ore 18, nel padiglione America Latina della Mostra d?Oltremare di Napoli, viene presentata alla stampa, ai produttori e a tutti gli eno appassionati, con un grande incontro degustazione, la Terza Edizione di VitignoItalia, il salone del vino da vitigno autoctono e tradizionale italiano, in programma a Napoli dal 20 al 22 maggio 2007.
L?edizione numero Tre di VitignoItalia si annuncia più strutturata e ricca per contenuti, spazi espositivi ed eventi collaterali. Una nuova e più dinamica società, la Hamlet srl, è alla guida dell?evento che si attesta sempre di più come appuntamento leader nel Mezzogiorno d?Italia e che quest?anno vede il prestigioso patrocinio del Touring Club Italiano.
La grande e più attesa novità di quest?anno sarà VitignoSud Primo salone dei vini del Mediterraneo, salone parallelo e complementare a VitignoItalia, dedicato ai vini autoctoni del Mediterraneo e co-organizzato con l?Ersac, l?Ente Regionale di Sviluppo Agricolo di Regione Campania. Una nuova, ambiziosa sfida che vede Napoli, capitale del mediterraneo e dei vini del sud. Forti dei numeri dell?edizione passata – che ha visto la partecipazione di 320 aziende, 81 buyers internazionali specializzati, oltre 15mila visitatori nei tre giorni della manifestazione e un giro di affari di 4 milioni e 200mila euro per contratti sottoscritti -, VitignoItalia & VitignoSud si preparano all?appuntamento di maggio 2007 che vedrà un aggiornato e più articolato percorso espositivo, uno spazio più ampio dedicato al binomio vino ed alta gastronomia con l?area Cookingforwine curata da Luigi Cremona e un cartellone di appuntamenti, incontri ed eventi dedicati alla cultura e al business del vino italiano.
All?Anteprima del 28 novembre (l?ingresso è libero) saranno ufficialmente presentati i contenuti commerciali e culturali dell?edizione 2007 nonché la nuova campagna pubblicitaria disegnata dalla Turnè Adv: un?immagine forte giocata sulla seduzione del vino, sull?eterno fascino del femminile e del gioiello.
L?appuntamento del 28 novembre è aperto a tutti gli eno-appassionati: un unico banco di degustazione offrirà il meglio dell?enologia nazionale. 150 produttori dal nord al sud sono stati invitati a presentare a Napoli ciascuno un?etichetta della propria azienda. Le degustazioni saranno guidate dai sommelier dell?Ais che affiancheranno i vignaioli nell?illustrazione dei vini in mostra. Un?occasione di incontro e confronto direttamente con i produttori. L?Ersac curerà il banco gastronomico con il fior fiore della produzione agroalimentare tipica campana in abbinamento ai vini.
Infine un?anteprima editoriale: La Guida Completa ai Vini della Campania di Luciano Pignataro (edizioni dell?Ippogrifo), un quadro aggiornato della produzione vitivinicola campana: la storia e i dati di 250 aziende, la descrizione analitica di 1500 vini.
Il programma della serata

Ore 17
Incontro con la stampa e i produttori. Chicco De Pasquale, Presidente di Vitigno Italia, e Gennaro Limone Commissario straordinario dell?Ersac presentano la terza edizione di VitignoItalia & VitignoSud. Interviene all?incontro Raffaele Cercola, Presidente della Mostra d?Oltremare di Napoli.

A seguire
Presentazione della nuova Guida Completa ai Vini della Campania di Luciano Pignataro (edizioni dell?Ippogrifo), un quadro aggiornato della produzione vitivinicola campana: la storia e i dati di 250 aziende, la descrizione analitica di 1500 vini.

Dalle ore 18
Apertura del banco di degustazione: oltre 150 aziende nazionali presentano ciascuna un?etichetta. I vignaioli raccontano il vino. I sommelier dell?Ais guidano alla degustazione.
Presenti cantine del centro nord e del sud, alcune al debutto nazionale, altre per la prima volta a Napoli. Novità assoluta di quest?anno è la presenza di alcune aziende di paesi del bacino del Mediterraneo come Spagna, Tunisia e Libano: prima significativa rappresentanza di quello che sarà Vitigno Sud.
A cura dell?Ersac il banco gastronomico con le eccellenze della Campania.

Dalle 20
Apertura dell?area CookingforWine. Grandi vini e assaggi d?autore.
Luigi Cremona presenta il finger food degli chef premiati alla scorsa edizione di Vitigno Italia: Raffaele D?Addio del Foro dei Baroni di Puglianello e Domenico Vicinanza del Papavero di Eboli.

Padiglione America Latina della Mostra d?Oltremare
Piazzale Tecchio, Napoli
Ingresso Libero
www.vitignoitalia.eu
tel. 081 4104533
stampa@vitignoitalia.eu
donatella bernabò 347 3331576

Fonte: www.lucianopignataro.it

Tags: , , , ,


Ecco i vini che hanno preso la Corona nella guida ?Vini Buoni d?Italia 2007? curata da Mario Busso e Luigi Cremona per il Touring Club

Valle d?Aosta
? Valle d?Aosta Doc Chambave Moscato Passito 2004 – La Crotta di Vegneron
? Valle d?Aosta Doc Chaudelune Vin De Glace 2004 – Cave du Vin Blanc de Morgex La Salle
? Valle d?Aosta Doc Petite Arvine Vigne Rovetta 2005 – Maison Vigneronne Freres Grosjean

Piemonte

? Barbaresco Docg Asili di Barbaresco 2001 – Bruno Giacosa
? Barbaresco Docg Campo Quadro 1999 – Punset
? Barbaresco Docg Montubert 2003 – Icardi
? Barbaresco Docg Riserva Fausone 2001 – Prinsi
? Barbera d?Alba Doc 2005 – Alessandria Gianfranco
? Barbera d?Alba Doc 2005 – Revello Fratelli
? Barbera d?Alba Doc Nicolon 2004 – Negro Angelo e Figli
? Barbera d?Alba Doc Serraboella 2003 – Rivetti Massimo
? Barbera d?Alba Doc Superiore Bramè 2004 – Deltetto
? Barbera d?Alba Doc Surì di Mù 2004 – Icardi
? Barbera d?Asti Doc 2004 – Cantina Sociale Barbera dei Sei Castelli
? Barbera d?Asti Doc Superiore Il Dragone 2003 – Dezzani
? Barbera d?Asti Doc Superiore Tre Roveri 2003 – Pico Maccario
? Barolo Docg Luigi Arnulfo 2000 – Costa di Bussia
? Barolo Docg Monvigliero 2001 – Bel Colle
? Barolo Docg Riserva Bricco Boschis Vigna San Giuseppe 2000 – Cavallotto Fratelli Tenuta Vitivinicola
? Barolo Docg Riserva del Fondatore Vigna Sarmassa 2000 – Cabutto – Tenuta La Volta
? Barolo Docg Riserva Monfortino 1999 – Conterno Giacomo
? Barolo Docg Riserva Vignolo 2000 – Cavallotto Fratelli Tenuta Vitivinicola
? Barolo Docg Vigna Rionda 2001 – Oddero
? Brachetto d?Acqui Docg Pineto 2005 – Marenco
? Casorzo Doc Passito Pico 2003 – Accornero
? Colli Tortonesi Doc Cortese Noceto 2005 – Mutti Dino
? Dolcetto d?Alba Doc Roussot 2005 – Francesco Rinaldi & Figli
? Dolcetto di Diano d?Alba Doc Sorì del Sot 2005 – Savigliano Fratelli
? Gavi Docg Brut Soldati La Scolca d?Antan 1993 – La Scolca
? Ghemme Docg Signore di Bayard 2000 – Antichi Vigneti di Cantalupo
? Grignolino del Monferrato Casalese Doc 2005 - Bricco dei Guazzi
? Langhe Doc Nebbiolo Siccis Omnia Dura Deus Proposuit 2004 – Franco M. Martinetti
? Langhe Doc Nebbiolo Surìsjvan 2003 – Icardi
? Langhe Doc Nebbiolo Zerodue 2002 – Gianni Gagliardo
? Langhe Doc Rosso Mores 2003 – Burlotto Comm. G.B.
? Lessona Doc San Sebastiano Allo Zoppo 2001 – Sella
? Monferrato Doc Rosso Maria Sole 2005 – Dezzani
? Moscato d?Asti Docg 2005 – Bera
? Moscato d?Asti Docg La Caliera 2005 – Borgo Maragliano
? Moscato d?Asti Docg Vigna Vecchia 1998 – Ca? d? Gal
? Mosto Parzialmente Fermentato Oro 2001 - La Spinetta
? Nebbiolo d?Alba Doc Valmaggiore 2004 – Sandrone Luciano
? Piemonte Doc Moscato Passito Le Monache 2004 – Poderi Sinaglio
? Roero Arneis Docg Costa delle Rose 2005 – Tenuta Ca? Du Russ
? Roero Arneis Docg Renesio 2005 – Malvirà
? Roero Doc Torretta 2004 – Porello Marco
? Valsusa Doc Rocca del Lupo 2005 – Carlotta

Liguria
? Cinque Terre Doc Bianco 2005 – Buranco
? Colli di Luni Doc Vermentino 2005 – Il Monticello
? Colline Savonesi Igt A Matetta 2005 – Durin

Lombardia
? Oltrepò Pavese Doc Barbera Magenga 2005 – Monsupello
? Sforzato di Valtellina Docg Messere 2001 – Caven Camuna
? Sforzato di Valtellina Docg Ronco del Picchio 2004 – Fay
? Valtellina Superiore Docg Inferno Éfesto 2003 – Pietro Nera

Veneto
? Amarone della Valpolicella Doc Classico Le Vigne Ca? del Pipa 2001 – Castellani Michele & Figli
? Amarone della Valpolicella Doc Classico Reius 2001 – Sartori
? Amarone della Valpolicella Doc Classico Vigneti del Gaso 2001 – San Rustico
? Amarone della Valpolicella Doc Classico Vigneto Il Fornetto 2000 – Accordini Stefano
? Amarone della Valpolicella Doc Classico Riserva Sergio Zenato 2001 – Zenato
? Bardolino Doc Giovanna Tantini 2004 – Giovanna Tantini
? Bianco di Custoza Doc Superiore Amedeo 2004 – Cavalchina
? Breganze Doc Torcolato 2004 – Maculan
? Lugana Doc 2005 – Pietro Zardini
? Piave Doc Raboso Piave Gelsaia 2003 – Cecchetto
? Prosecco di Valdobbiadene Spumante Millesimato Doc Extra Dry 2005 – Campion
? Prosecco di Valdobbiadene Doc Superiore di Cartizze Dry Spumante – Nino Franco
? Prosecco di Valdobbiadene Doc Superiore di Cartizze Dry Val d?Oca 2005 – Cantina Produttori di Valdobbiadene
? Recioto della Valpolicella Doc Classico 2003 – David Sterza
? Recioto di Soave Docg Col Foscarin 2004 – Gini
? Recioto di Soave Docg Le Sponde 2004 – Coffele
? Soave Doc Borgoletto 2005 – Fasoli Gino
? Soave Doc Classico Il Roccolo 2005 – Le Mandolare
? Soave Doc Classico Staforte 2004 – Pra?
? Soave Doc Classico Vin Soave 2005 – Inama
? Vallagarina Igt Foja Tonda 2004 – Albino Armani
? Valpolicella Doc 2005 – Camporeale
? Valpolicella Doc Superiore 2003 – Roccolo Grassi
? Veneto Igt Raboso Passito 2004 – Bonotto delle Tezze

Alto Adige
? Alto Adige Doc Gewürztraminer 2005 – Cantina Produttori Termeno
? Alto Adige Doc Gewürztraminer Crescendo 2005 – Cantina Ritterhof
? Alto Adige Doc Gewürztraminer Nussbaumer 2005 – Cantina Produttori Termeno
? Alto Adige Doc Gewürztraminer Vendemmia Tardiva Terminum 2004 – Cantina Produttori Termeno
? Alto Adige Doc Lagrein Kotznloater 2004 – Ansitz Pfitscher
? Alto Adige Doc Lagrein Riserva 2004 – Thomas Pichler
? Alto Adige Doc Moscato Giallo Passito Vinalia 2004 – Cantina diBolzano
? Alto Adige Doc Santa Maddalena Classico 2005 – Glögglhof
? Alto Adige Doc Schiava Grigia Sonntaler 2005 – Produttori Cortaccia

Trentino
? Teroldego Rotaliano Doc Due Vigneti 2004 – Fedrizzi Cipriano
? Teroldego Rotaliano Doc Clesurae 2004 – Cantina Rotaliana di Mezzolombardo
? Teroldego Rotaliano Doc Vigilius 2003 – de Vescovi Ulzbach
? Trentino Doc Marzemino 2005 -Conti Bossi Fedrigotti
? Trentino Doc Marzemino Castel Firmian 2005 – Mezzacorona
? Trentino Doc Marzemino Pojema 2004 – Eugenio Rosi
? Trentino Doc Moscato Rosa 2003 – Maso Bastie
? Trentino Doc Moscato Rosa 2005 – Zeni Roberto
? Trentino Doc Nosiola Goccia d?Oro 2005 – Giovanni Poli
? Trentino Doc Vino Santo 1996 – Gino Pedrotti
? Trentino Doc Vino Santo 2000 – Giovanni Poli
? Trentino Doc Vino Santo Arele 1996 – Cavit
? Vigneti delle Dolomiti Igt Teroldego Trecento 2004 – Conti Bossi Fedrigotti

Friuli Venezia Giulia
? Carso Doc Terrano 2004 – Skerk
? Carso Doc Vitovska 2004 – Zidarich
? Colli Orientali del Friuli Doc Bianco Campo Marzio 2004 – La Tunella
? Colli Orientali del Friuli Doc Pignolo 2003 – Conte d?Attimis Maniago
? Collio Doc Tocai Friulano Belvedere 2005 – Primosic
? Friuli Isonzo Doc Malvasia Di Lei 2005 – Feudi di Romans – Lorenzon
? Friuli Isonzo Doc Verduzzo Pérle 2004 – Castello di Spessa – La Boatina
? Ramandolo Docg 2003 – Fantinel – La Roncaia

Emilia Romagna
? Forlì Igt Rosso Ronco delle Ginestre 2003 – Castelluccio
? Reggiano Doc Lambrusco Arte e Concerto 2005 – Medici Ermete

Toscana
? Brunello di Montalcino Docg 2001 – Capanna
? Brunello di Montalcino Docg 2001 – Castello Romitorio
? Brunello di Montalcino Docg 2001 – Cerbaiona
? Brunello di Montalcino Docg 2001 – La Fortuna
? Brunello di Montalcino Docg 2001 – La Serena
? Brunello di Montalcino Docg 2001 – Le Macioche – La Palazzina
? Brunello di Montalcino Docg 2001 – Le Potazzine
? Brunello di Montalcino Docg 2001 – Poggio di Sotto
? Brunello di Montalcino Docg Piaggione 2001 – Salicutti
? Chianti Classico Docg 2004 – Le Cinciole
? Chianti Classico Docg Riserva Borro del Diavolo 2001 – Ormanni
? Chianti Classico Docg Riserva Il Poggio 2003 – Monsanto
? Colli della Toscana Centrale Igt Flaccianello della Pieve 2003 – Fontodi
? Rosso di Montalcino Doc 2004 – Collemattoni
? Toscana Igt Le Pergole Torte 2003 – Montevertine
? Toscana Igt Vinsanto Occhio di Pernice 1994 – Avignonesi
? Vin Santo di Carmignano Doc Riserva 2000 – Capezzana
? Vino Nobile di Montepulciano Docg Nocio dei Boscarelli 2003 – Boscarelli

Marche
? Lacrima di Morro d?Alba Doc Compagnia della Rosa 2003 – Conti di Buscareto
? Marche Igt Rosso Marco Aurelio 2003 – Tenuta Colle del Giglio
? Verdicchio dei Castelli di Jesi Doc Classico Albiano 2005 – Marotti Campi
? Verdicchio dei Castelli di Jesi Doc Classico Le Vele 2005 – Moncaro
? Verdicchio dei Castelli di Jesi Doc Classico Riserva Vigna Novali 2002 – Moncaro
? Verdicchio dei Castelli di Jesi Doc Classico Sora Elvira 2005 – Serenelli
? Verdicchio dei Castelli di Jesi Doc Classico Superiore Sapore di Generazioni Etichetta Nera 2005 – Cantine Marconi

Umbria
? Montefalco Sagrantino Docg 2003 – Antonelli
? Torgiano Rosso Riserva Docg Rubesco Vigna Monticchio 2001 – Lungarotti

Lazio
? Cesanese del Piglio Doc Colle Forma 2004 – Vini Giovanni Terenzi
? Lazio Igt Bianco Malvasia Casal Pilozzo 2003 –
Casal Pilozzo – Cantina Colli di Catone
? Lazio Igt Bianco Moro 2005 – Marco Carpineti
? Lazio Igt Malvasia Puntinata Stillato 2005 – Principe Pallavicini
? Lazio Igt Rosso Dithyrambus 2003 – Marco Carpineti
? Lazio Igt Moscato di Terracina Secco Oppidum 2005 – Cantina Sant?Andrea

Abruzzo
? Colline Pescaresi Igt Clematis Passito Rosso 2000 – Ciccio Zaccagnini
? Montepulciano d?Abruzzo Cerasuolo Doc Vigne Nuove 2005 – Valle Reale
? Montepulciano d?Abruzzo Doc Mazzamurello 2003 – Torre dei Beati
? Montepulciano d?Abruzzo Doc Tiberio 2004 – Tiberio
? Montepulciano d?Abruzzo Doc Valle Reale 2004 – Valle Reale
? Trebbiano d?Abruzzo Doc San Clemente 2005 – Ciccio Zaccagnini

Molise
? Molise Doc Aglianico Contado 2003 – Di Majo Norante
? Molise Doc Tintilia Macchiarossa 2004 – Cantine Cipressi
? Terre degli Osci Igt Rosso Molì 2005 – Di Majo Norante

Campania
? Beneventano Igt Greco 2005 – Cantina del Taburno
? Fiano d?Avellino Docg 2005 – Di Prisco
? Paestum Igt Fiano Valentina 2005 – Alfonso Rotolo
? Paestum Igt Pietraincatenata 2004 – Luigi Maffini
? Solopaca Doc Classico Bianco Pietre Sparse 2005 – Santimartini
? Taurasi Docg 2001 – D?Antiche Terre
? Taurasi Docg Gagliardo 2002 – Colli di Castelfranci
? Taurasi Docg Radici 2003 – Mastroberardino
? Taurasi Docg Vigna Cinque Querce 2002 – Salvatore Molettieri
? Terre del Volturno Igt Pallagrello Bianco Le Sèrole 2005 – Terre del Principe

Puglia
? Castel del Monte Doc Rosso Aglianico Bocca di Lupo 2004 – Tormaresca
? Castel del Monte Doc Nero di Troia Puer Apuliae 2004 – Rivera
? Castel del Monte Doc Rosso Riserva Le More 2003 – Santa Lucia
? Castel del Monte Doc Rosso Riserva Vigna Pedale 2003 – Torrevento
? Daunia Igt Uva di Troia Guado San Leo 2004 – D?Alfonso del Sordo
? Primitivo di Manduria Doc Es 2004 – Gianfranco Fino
? Puglia Igt Aleatico Gazza Rubina 2005 – Santa Lucia
? Salento Igt Negroamaro Teresamanara 2003 – Cantele
? Salento Igt Rosso Amativo 2004 – Cantele
? Salento Igt Rosso Graticciaia 2001 – Agricole Vallone
? Salento Igt Rosso Patriglione 2000 – Taurino Cosimo
? Salento Igt Rosso Priante 2004 – Castel di Salve
? Salento Igt Rosso Primitivo Visellio 2004 – Tenute Rubino
? Salice Salentino Doc Rosso Riserva Morgana Alta 2000 – Li Veli
? Valle d?Itria Igt Fiano Minutolo Rampone 2005 – I Pastini

Basilicata
? Aglianico del Vulture Doc Grifalco 2004 – Lucania
? Aglianico del Vulture Doc Nibbio Grigio 2003 – Di Palma
? Aglianico del Vulture Doc La Firma 2004 – Cantine del Notaio
? Aglianico del Vulture Doc Riserva 2001 -Bisceglia
? Aglianico del Vulture Doc Macarico 2003 -Macarico

Calabria
? Calabria Igt Rosso Serra Monte 2003 – Terre di Balbia
? Val di Neto Igt Bianco Efeso 2005 – Librandi

Sicilia
? Etna Doc Rosso Calderara Sottana -Tenuta delle Terre Nere
? Passito di Pantelleria Doc 2005 – Solidea
? Sicilia Igt Il Monovitigno Nerello Cappuccio 2002 – Benanti
? Sicilia Igt Nero d?Avola Don Antonio 2004 – Morgante
? Sicilia Igt Nero d?Avola Il Moro 2004 – Valle dell?Acate
? Sicilia Igt Santa Cecilia 2004 – Planeta
? Sicilia Igt Rosso Scurati 2005 – Ceuso
? Sicilia Igt Nero d?Avola Selezione Speciale Vrucara 2004 – Feudo Montoni

Sardegna
? Carignano del Sulcis Doc Superiore Terre Brune 2002 – Santadi
? Isola dei Nuraghi Igt Angialis 2003 – Argiolas
? Isola dei Nuraghi Igt Turriga 2002 – Argiolas
? Valli di Porto Pino Igt Latinia 2004 – Santadi

Tags: , , , , ,


I migliori vini campani secondo la ?Guida Vini d?Italia 2007? dell?Espresso

Come ho fatto per le guide del Gambero Rosso e dell?AIS, anche per la ?Guida Vini d?Italia 2007? dell?Espresso, diretta da Enzo Vizzari, segnalo i vini migliori.
Sulla guida dell?Espresso che ha recensito 10,000 etichette, troviamo consigli utili alla degustazione e alla conservazione dei vini e un approfondito glossario tecnico.

I punteggi sono espressi in ventesimi e ai migliori vini vengono assegnati da 1 a 5 bottiglie.

Con 5 bottiglie ? ECCELLENZA (voto da 18 a 20)

Voto 19
- Vigna Cinque Querce Riserva 2001 ( R ), Molettieri
- Taurasi Riserva Radici 2000 ( R ), Mastroberardino

Voto 18
- Montevetrano 2004 ( R )
- Taurasi Campo Re 2001 ( R ), Terredora
- Taurasi Fatica Contadina 2001 ( R ), Terredora

Con 4 bottiglie ? OTTIMO (voto da 16 a 17,5)
di seguito solo i vini da 16,5 a 17,5

Voto 17,5
- Fiano di Avellino 2005 ( B), Colli di Lapio
- Terra di Lavoro 2004 ( R ), Galardi
- Taurasi Vigna Cinque Querce 2002 ( R ), Molettieri
- Fiano di Avellino 2005 ( B), Pietracupa
- Il Cupo 2005 ( B ), Pietracupa
- Taurasi 2002 ( 2 ), Perillo

Voto 17
- Furore Bianco Fiorduva 2005 ( B ), Marisa Cuomo
- Patrio 2004 ( R ), Feudi di San Gregorio
- Kratos 2005 ( B ), Maffini
- Pietraincatenata 2004 ( B ), Maffini
- Taurasi riserva 2001 ( R ), Marianna
- Fiano di Avellino 2004 ( B), Picariello
- Fiano di Avellino 2004 ( B), Marsella
- Fiano di Avellino 2005 ( B), Vadiaperti

Voto 16,5
- Taurasi Vigna Macchia dei Goti 2003 ( R ), Caggiano
- Fiano di Avellino 2005 ( B), Di Prisco
- Serpico 2004 ( R ), Feudi di San Gregorio
- Aglianico del Taburno Grave Morae 2003 ( R ), Fontanavecchia
- Calivierno 2004 (R ), Telaro
- Fiano di Avellino 2005 ( B), Macchialupa
- Taurasi Le Surte 2003 ( R ), Macchialupa
- Taurasi Radici 2003 ( R ), Mastroberardino
- Greco di Tufo 2005 ( B ), Pietracupa
- Falerno del Massico 2003 ( R ), Masseria Felicia
- Casavecchia 2004 ( R ), Vestini Campagnano

Per altre informazioni: la guida è in vendita nelle edicole e nelle librerie a 20 euro.
Salute
Diodato Buonora

Tags: , , , , , ,


VINO: VIA LIBERA AI TRUCIOLI IN EUROPA – L’ITALIA NON È D’ACCORDO

12.10.06 – VIA LIBERA AI TRUCIOLI IN EUROPA
L’Unione Europea autorizza l’uso dei trucioli nel vino. Lo riferisce Italia Oggi che riporta il via libera della Commissione europea alle regole di applicazione per i viticoltori europei nell’utilizzo dei trucioli di legno per invecchiare il vino. Non più barrique dunque, anche se in Italia la pratica sarà consentita solo per i vini da tavola.

1.10.16 – L’ITALIA NON È D’ACCORDO – RICORSO CONTRO I TRUCIOLI NEL VINO
Il via libera della Commissione Europea all?uso dei trucioli nel vino desta polemiche: Ermete Realacci dichiara che l?Italia deve dire di no a questo ?imbroglio intollerabile per i consumatori e danno gravissimo per i produttori?. Contrarie al provvedimento anche Coldiretti e Confederazione italiana agricoltori, mentre la rete Città del vino farà ricorso davanti alla Corte di Giustizia Europea (La Repubblica). Nella foto il presidente della Coldiretti Paolo Bedoni

Dal Club di Papillon 12 e 13 – ottobre.2006

Ecco un motivo in più per bere italiano, IGT, DOC e DOCG (db)

Tags: , , , ,


Questi i tre bicchieri campani della Guida Vini D?Italia 2007 del Gambero Rosso-Slow Food

Sono stati 13 i vini ?campani? ad aggiudicarsi i fatidici tre bicchieri della Guida Vini d’Italia 2007 del Gambero Rosso che tra circa un mese sarà in tutte le edicole e librerie.
Con piacere leggiamo che Luigi Maffini per il 2° anno consecutivo ha conquistato l?ambito riconoscimento. Quest?anno con il Pietraincatenata (bianco)e lo scorso anno con il Cenito (Rosso). Complimenti ed auguri vivissimi.

Ecco quali sono, secondo il “Gambero”, i più grandi vini campani dell?anno:

Provincia di Salerno:
- Costa d’Amalfi Furore Bianco Fiorduva 2005 Gran Furor Divina Costiera
- Pietraincatenata 2004 Luigi Maffini
- Montevetrano 2004 Montevetrano

Provincia di Avellino
- Cupo 2005 Cantine Pietracupa
- Fiano di Avellino 2005 Colli di Lapio
- Fiano di Avellino Radici 2005 Mastroberardino
- Fiano di Avellino Vigna della Congregazione 2004 Villa Diamante
- Pàtrimo 2004 Feudi di San Gregorio
- Serpico 2004 Feudi di San Gregorio
- Taurasi Radici Riserva 2000 Mastroberardino
- Taurasi Vigna Cinque Querce Riserva 2001 Salvatore Molettieri

Provincia di Caserta
- Falerno del Massico Bianco Vigna Caracci 2004 Villa Matilde
- Terra di Lavoro 2004 Galardi

Il Cupo 2005 delle Cantine Pietracupa è stato anche il vino Bianco dell?Anno. Complimenti.

Fonte: www.lucianopignataro.it

Riferimenti: Il Sito di Luciano Pignataro

Tags: , , , , , , , ,


da “La Repubblica” 20 maggio 2006
Il caso

Agricoltori e Verdi accusano le multinazionali per l?impoverimento
delle varietà tradizionali

Leggendo qua e là – ?Dal fico permaloso al San Marzano, 1400 colture d?Italia a rischio estinzione?

Elena Dusi
ROMA: A coltivarli sono rimaste poche famiglie di contadini. Un altro paio di generazioni, e di loro non rimarrà nulla.
Sono il prugnolo, la corniola, la mela cotogna, l?uva spina (nella foto) e la zucca mantovana: i padri ne ricordano il sapore, i figli non saprebbero distinguerli in un cesto di frutta mista. Entrambi poi hanno dimenticato fico permaloso, ciliegia cuccarina e pomodori corbarini.
?Chiediamo la creazione di una lista nazionale che raccolga le varietà locali. Chiediamo uno spazio di libertà per gli scambi di piante e sementi contadine? è il testo della ?Petizione per la salvaguardia della biodiversità rurale?, che si può firmare anche tramite Internet (civiltacontadina.it). Iniziative di sensibilizzazione sui prodotti dell?agricoltura tradizionale sono in programma domenica, Giornata mondiale della biodiversità per iniziativa dell?Onu e Giornata nazionale ?Mangiasano? organizzata da Confederazione italiana agricoltori, Verdi ambiente e società, Associazione per l?agricoltura biologica e Federconsumatori.
Nell?ultimo secolo, denunciano gli organizzatori della Giornata, sono scomparsi dai campi della penisola i tre quarti delle diversità genetiche. Le varietà a rischio sono 1400. Alla fine dell?800 in Italia si raccoglievano 8mila varietà di frutta, mentre oggi si raggiungono a fatica le 2mila. Le mele si presentavano sui banchi dei mercati con 5mila volti diversi.
Oggi le varietà si sono più che dimezzate a l?80 per cento del mercato appartiene a quattro cultivar (varietà di piante coltivate, ndr): le americane Red Delicious (rossa) e Golden Delicious (gialla), l?australiana Granny Smith (verde) e le neozelandesi Gala a due colori.
Il problema, secondo le associazioni che domani organizzeranno stand informativi in molte piazze italiane, è in norma di legge del 2001 che vieta ogni scambio e movimento di semi non iscritti al registro europeo delle varietà. Il coltivatore dei ceci di navelli o dei legumi di montagna (un esempio di prodotti a rischio) non può far altro che continuare ad autoprodurre la sua specie, chiudendola di fatto in una gabbia trasparente. ?Le varietà di pubblico dominio ? denuncia la petizione ? vanno a perdersi per essere sostituite dagli ibridi . Oggi oltre il 90 per cento delle sementi commerciali di cetrioli, cocomeri, pomodori, melanzane, zucchine, meloni e peperoni sono ibridi.? Gli stessi San Marzano doc sono diventati rari. E la pratica di iscrizione nei registri, che richiede una burocrazia lunga e costosa, diventa ?una via impraticabile per i semplici agricoltori e le varietà contadine tradizionali?.

Tags: , , ,

« Precedenti

Archivio