controne

Ti trovi nell'archivo degli articoli taggati con controne.

Leggi tutto »

Tags: , , , , , , , , , , ,

Leggi tutto »

Tags: , , , ,


A Controne, fagioli e 1ª edizione premio ?Olio degli Alburni?
Controne, un piccolo paese degli Alburni, molta brava gente dedita all?agricoltura e tanta voglia di far conoscere le sue cose buone. Tutti sappiamo che è famosa per il suo caratteristico fagiolo a pisello e che da 24 anni a novembre si svolge la rinomata ?Sagra del Fagiolo di Controne?, frequentata da visitatori provenienti da tutta la Campania, anche perché è una sagra vera, intendo dire, di quelle che sono utili soprattutto a promuovere un prodotto e non di quelle che sono unicamente e prettamente a scopo di lucro. Da quest?anno grazie all?impegno di Angelo Campagna, Assessore Comunale alle Politiche Agricole e naturalmente del sindaco Nicola Pastore, Controne fa il bis: alla consueta sagra dei fagioli (che quest?anno si tiene il 25 e 26 di questo mese) è stata abbinata la prima edizione del concorso ?Premio Olio degli Alburni?. Il concorso intende promuovere e diffondere la maggiore produzione tipica del territorio ed è rivolto a tutti i produttori e trasformatori di olio extravergine d?oliva dei 12 comuni della Comunità Montana Alburni. Qualche notizia per chi vuole partecipare: il concorso è riservato agli oli extravergini tipici, D.O.P. e biologici degli Alburni; possono partecipare con una sola etichetta i detentori di prodotto pronto per l?immissione sul mercato; i campioni d?olio, ammessi al concorso, saranno sottoposti ad un esame organolettico a cura di una giuria costituita da assaggiatori iscritti nell?elenco regionale di tecnici ed esperti di olio d?oliva; al termine, saranno premiati con un attestato di qualità e di pregio i primi tre qualificati per le due categorie del concorso ?Olio da Agricoltura Biologica? e ?Olio da Agricoltura Tipica e D.O.P.?; il termine ultimo per la consegna dei campioni è il 16 novembre. Per ulteriori informazioni contattare direttamente il comune di Controne 0828.772023, oppure l?organizzazione al 339.1896058.

Dibbì

Tags: , , , , , ,


?Zi Franz?, non è uno straniero, ma con questo nome lo conoscono la maggior parte dei suoi amici. È un ?contronese? verace ed il suo vero nome è Angelo Campagna. Il ?nostro Zi Franz?, sprigiona simpatia sin dalla prima volta che lo s?incontra, ed è senza dubbio una di quelle persone che fa onore alle nostre zone ed al nostro territorio. Il suo miele e gli altri prodotti ottenuti nella sua azienda sono di grande qualità e da tempo si trovano nei più rinomati negozi alimentari del nord Italia e in piccola parte anche all?estero. Pensate, anche l?azienda Vannullo nella sua famosa yogurteria utilizza il suo prodotto. Il miele, come tutti sapete, è il prodotto alimentare che le api non selvatiche producono dal nettare dei fiori e che trasformano, immagazzinano e lasciano maturare nei favi dell?alveare. Esso era già noto all?uomo 35.000 anni fa; a tanto risalgono alcuni graffiti spagnoli (Valencia) e africani (Rhodesia) che ritraggono uomini intenti a raccogliere favi. La storia ?dolce? di Angelo Campagna inizia per esigenza nel 1992, quando insieme a sua moglie Raffaella rilevarono 50 arnie, che l?anno successivo erano già diventate 100, fino a raggiungere le attuali 130 che danno oltre 20 quintali di miele all?anno. La sua ?esigenza? è diventata prepotentemente una passione, tanto che già nel ?95 l?azienda ha ottenuto la prima notifica per il biologico. Oggi i mieli di ?Zi Franz? sono tutti certificati I.C.E.A. (Istituto per la certificazione etica ed ambientale) ed hanno la garanzia A.I.A.B (Associazione Italiana Agricoltura Biologica). La sua storia continua quando nel ?97 si fa prestare un camioncino per portare alcune arnie in alta montagna a Piaggine per produrre il miele millefiori. Oggi, si è organizzato e sposta le arnie con i propri mezzi. Produce 6 tipi di mieli, 4 monoflora e 2 multiflora, che sono: il miele di sulla (erba di foraggio) che viene prodotto a Controne ed a Roccadaspide, quello di castagno che è ottenuto a Sicignano degli Alburni, quello di eucalipto a Paestum mentre per quello di melata si portano le arnie a Postiglione. Per l?anno prossimo è prevista per la prima volta la produzione di un miele all?arancio, infatti, si ha l?intenzione di portare le api in Calabria. Come multiflora, Angelo, produce due tipi di mieli millefiori: uno chiaro ottenuto portando le arnie a mille metri di altezza, nel comune di Piaggine, ed uno scuro prodotto in estate a Controne. Di particolare interesse, in azienda si ottiene il miele in favo e l?aceto di miele. Si dice che questo aceto, che per alcuni versi ricorda quello balsamico, sia il più antico del mondo e che sia stato usato dagli antichi egizi prima della scoperta della vite. Il buon ?Zi Franz? non finisce di sorprenderci, infatti, ci racconta che nell? azienda ci sono anche 500 piante d?ulivo, oltre a una modesta coltivazione (3 quintali) dei famosi fagioli di Controne, quelli chiamati a pisello per la loro forma tondeggiante. Ma nei sogni di Angelo c?è il riconoscimento dop del suo miele, infatti, insieme ad altri produttori della zona stanno costituendo l?associazione apicoltori Valle del Calore-Alburni. Ce ne parla con tanta passione che non possiamo non trasmettervi le sue parole: «Fra i nostri obiettivi, ricordiamo la valorizzazione del prodotto e la salvaguardia della qualità, nonché, il suo forte collegamento con il territorio. Noi non dobbiamo vendere semplicemente miele, ma un pezzo della nostra valle, dei nostri monti e della nostra cultura. Quindi, dobbiamo dare il massimo impegno e cura per il raggiungimento della qualità. Infatti, ogni nostro prodotto si avvale di un certificato di tracciabilità, in pratica, una minuziosa scheda tecnica che accompagna il miele dalla nascita (zona di produzione, altitudine, numero arnie, ecc.) fino al vasetto». Complimenti.

Recapito: Agrimell di Angelo Campagna, Via Acquaviva 3, 84020 Controne (SA). Telefono e fax 0828.772405

Diodato Buonora – novembre 2004

Tags: , , ,


RICETTE ANTICHE – CAVATI DI SEMOLA AI FAGIOLI BIANCHI DI CONTRONE E FUNGHI CARDONCELLI

Ingredienti: Farina di grano duro gr. 350 – Fagioli bianchi di Controne gr. 250 – Sedano un gambo – Sale q.b. – Olio extravergine di oliva – Funghi cardoncelli gr. 250 a pezzi grossolani – Peperoncino piccante reso croccante in olio di frantoio ben caldo – Prezzemolo e aglio a piacere.

Preparazione: Impastare la farina di grano duro con acqua calda e sale, si lavora ottenendo un impasto di media consistenza. Si tirano i cordoncini e si tagliano a pezzetti di circa 1 cm. Su un piano impolverato di farina, i pezzetti di pasta saranno schiacciati con il pollice strofinando sul piano, in modo da ottenere una forma contorta e leggermente cava. In una padella si lascia soffriggere uno spicchio d?aglio aggiungendo poi i funghi cardoncelli a pezzi grossolani e i fagioli bianchi precedentemente lessati e in seguito ci prestiamo ad aggiungere i cavati e si lascia il tutto ad amalgamare. Questo piatto si serve caldo con peperoncino piccante, e a piacere cospargere sopra un trito di prezzemolo e aglio.
.

Vino consigliato: Aglianico del Taburno Doc, Rillo

Vincenzo Di Donna ? Ipsar Sant?Arsenio (SA)

Da ?Ricette Antiche (o quasi)? ? Amira Paestum 2002

Per ricevere copia del volumetto, inviare 3 euro in francobolli a
Diodato Buonora
Via Della Passata 9
84063 PAESTUM (SA)
</i>

Tags: , , , , , ,


Se si parla di fagioli, si pensa a Controne. Se si parla di Controne, si pensa ai fagioli. Questo per farvi capire, a volte, l?importanza di un prodotto per un paese, e viceversa. Controne è un caratteristico ed interessante borgo ubicato ai piedi dei monti Alburni, a 200 m sul livello del mare. Noi, ci siamo stati alla vigilia della ?ventiduesima sagra del fagiolo di Controne?, che, dal 1983, si svolge puntualmente l?ultimo weekend di novembre. L?azienda agricola che abbiamo visitato è quella di Michele Ferrante, o meglio come lui ama precisare, quella del contadino Michele Ferrante. Una bella realtà, con quattro operai occupati, essa conta circa 7 ha di terreno di cui 2 coltivati a fagioli, 3 ad oliveti e 2 per altre colture come ceci, cicerchie e peperoncino. Michele Ferrante è una persona che ama molto il suo territorio. Tra le prime cose che ci racconta, dice: «noi non vendiamo solo fagioli, con essi commercializziamo un pezzetto di storia, cultura e tradizioni». Effettivamente, i contronesi sono molto fieri dei loro fagioli che hanno delle particolarità uniche: sono piccoli, bianchissimi, senza macchie, senza occhi, buccia sottilissima, molto digeribili, hanno una bassa attitudine a spaccarsi durante la cottura, inoltre, sono ricchi di vitamine del gruppo B e per questo motivo, tempi addietro, venivano chiamati ?la carne dei poveri?, cosa che oggi non succede più. Infatti, attualmente per un chilo di fagioli di Controne sono richiesti 10/12 euro all?ingrosso, mentre nei negozi specializzati arrivano a costare tranquillamente oltre i 15 euro. Tornando al ?nostro contadino?, interessante conoscere la sua storia. All?inizio faceva il corriere con la Dhl e poi per i distributori di giornali. Nei campi ci andava la domenica e quando aveva qualche ora libera. Però, nel suo dna c?era l?agricoltura. Michele, difatti, proviene da una famiglia di contadini. Poi, accadde che perse il posto di lavoro, per la verità ci tiene a sottolineare che non aspettava altro, e iniziò a dedicarsi a tempo pieno alla campagna. Ora la sua azienda è la più importante a Controne per la produzione di fagioli, ne produce 50 q l?anno sui 300 q del totale. Ha da poco acquistato una macchina che dapprima calibra i fagioli secondo la grandezza, poi, passano attraverso un nastro selezionatore dove i suoi operai, attentamente, scartano quelli macchiati. Successivamente vengono pesati e confezionati sottovuoto, per raggiungere i migliori negozi gastronomici in Italia e nel Mondo. Ma, Michele Ferrante non è solo questo, lui per raggiungere la massima qualità è in sperimentazione continua. Segue personalmente le colture dalla semina (luglio) fino alla raccolta (novembre), dando alle piante tutto il necessario, acqua e in stretti casi qualche prodotto chimico. Sta lavorando e studiando per riuscire ad ottenere un prodotto biologico. Chissà se ci riuscirà. Ci tiene a precisare che tutto quello che ha ottenuto per la valorizzazione del fagiolo di Controne è stato senza l?aiuto dei politici, da loro solo promesse. Inoltre, è da sempre contro la costruzione della famosa strada ?Fondovalle Calore?. Ci dice: «non sanno che con essa si distruggerà il nostro vero tesoro, il nostro modo di vivere, la nostra civiltà, e poi i terreni coi fagioli e gli oliveti. I migliori campi che abbiamo saranno cancellati. Si svuoteranno le piccole economie locali. È uno schiaffo alla povera gente». Una cosa è certa: ci sono due tipi di fagioli, quelli normali e quelli di Controne che sono tutta un?altra cosa?..

Recapito: Azienda Agricola Ferrante Michele, Via degli Orti 2 ? 84020 Controne (SA) ? Tel. 0828.772122.

Diodato Buonora – Dicembre 2004

Tags: , , , ,

Archivio