camerieri

Ti trovi nell'archivo degli articoli taggati con camerieri.

Leggi tutto »

Tags: , , , , , ,

Leggi tutto »

Tags: ,

Leggi tutto »

Tags: , , , ,

Leggi tutto »

Tags: , , ,

Leggi tutto »

Tags: , , , , , , , ,

  Leggi tutto »

Tags: , , , , ,

Leggi tutto »

Tags: , , , , ,

Leggi tutto »

Tags: , ,

Leggi tutto »

Tags: , , , , ,

Leggi tutto »

Tags: , , ,


TV: FIORELLO E MIKE CAMERIERI NEL NUOVO SPOT INFOSTRADA

Roma, 20 set. (Adnkronos) – Dopo essere stati due clochard, Fiorello (nella foto) e Mike vestono i panni di due camerieri nel nuovo spot di Infostrada, che li vede ancora una volta insieme. A svelarlo e’ ‘Eva Tremila’ che nel numero di domani pubblica alcune foto rubate sul set allestito dal regista Paolo Virzi’ in un ristorante romano. Fiorello, dietro un bancone, gioca a fare il ‘siciliano verace’ con tanto di capello corvino impomatato, mentre parla con un telefono degli anni 50. Mike invece sulla tenuta da cameriere indossa anche una giacca bianca, incarnando il ruolo di mai’tre.

Fonte: www.adnkronos.com ? 20.09.06

Tags: , , , , ,


Leggendo qua e là

CAMERIERI WIRELESS, RISTORANTI MIGLIORI?

Un’azienda americana lancia un sistema wireless per bar e ristoranti: per attirare l’attenzione dei camerieri basta un click. Serve per velocizzare il servizio di ristorazione e gestire i tavoli. Tutti connessi

Charlotte (USA) – La qualità di un ristorante, così come di un cocktail bar, non è data soltanto dalla bontà delle portate: quel che fa la differenza, molte volte, è un servizio efficiente. La ESP Systems ha così pensato di equipaggiare camerieri e tavoli con un sistema wireless, chiamato ESP Solution, che permette ai clienti d’interagire direttamente con i camerieri e la cucina.

Ciascun cameriere viene dotato di un ricetrasmettitore senza fili, ed ogni tavolo ha a disposizione una sorta di telecomando per attirare l’attenzione del personale e controllare lo stato del proprio ordine. La cucina, infatti, è connessa in modo diretto ai vari tavoli: lo scambio bidirezionale di dati tra clienti e cuochi dà modo di sapere se una portata è già pronta.

Il ricetrasmettitore per i camerieri ha l’aspetto di un orologio digitale con un grande schermo, sul quale vengono visualizzate le informazioni e le richieste. Sui tavoli dei ristoranti, invece, vi è un cosiddetto “hub” che di volta in volta viene associato ad un determinato cameriere: all’assegnazione del tavolo ai rispettivi clienti, il cameriere deve semplicemente inserire una sorta di disco identificativo all’interno dell’hub. In questo modo, l’hub è “sintonizzato” sulla frequenza del cameriere e pronto per l’invio di richieste.

Dalla dimostrazione del funzionamento di ESP Solution si capisce che i dirigenti del ristorante potranno così conoscere in tempo reale le richieste dei vari tavoli e gestire le risorse umane in modo più agile. Una catena di ristoranti nel South Carolina, Fatz Cafe, ha già adottato questo sistema in oltre 32 esercizi. Secondo l’azienda produttrice, l’uso di ESP Solution ha “effetti sensibilmente positivi per qualsiasi ristorante”.

Secondo l’autorevole CIO Magazine, saranno soprattutto gli avventori a trarre grandi vantaggi da ESP Solution. Tuttavia, come sostiene l’esperto Christopher Lynch, “il sistema può essere abusato dai clienti” e solleva interrogativi sulla privacy: “I camerieri saranno continuamente rintracciabili”, scrive Lynch, “e vorrei proprio sapere se potranno permettersi brevi pause o verranno licenziati perché incapaci di rispondere velocemente alle chiamate dei tavoli”.

Da: Punto Informatico, il quotidiano di internet dal1996, del 6 settembre 2006

Tags: , , ,


Leggendo qua e là ? da www.adnkronos.com (07.08.06)

La maggior parte degli avventori sono donne

Schiaffi e pugni ai camerieri del bar ‘Libera la rabbia’

I clienti possono picchiare i dipendenti e farli ‘travestire’ da persona conosciuta. E’ il ‘servizio completo’ offerto in un locale di Nanchino, nella Cina Orientale.

Nanjing, 7 ago. – (Ign) – Picchiare i camerieri come ‘diversivo’. E’ la singolare trovata di un’attività di Nanchinonella Cina orientale. Gli avventori possono indossare occhiali scuri e ‘sfogarsi’ sui dipendenti tra una bibita e l’altra. “Ho tratto ispirazione dalla mia esperienza di emigrante sfruttato” dice il proprietario Wu Gong. Il bar impiega una ventina di dipendenti, disposti a tutto, sono dotati di specifiche protezioni per non farsi male e sono stati addestrati con un corso di formazione. Unico esperimento nel mondo, ricorda un po’, alla lontana, il ristorante capitolino ‘La parolaccia’, dove però ‘la vittima’ è il cliente e ci si limita all’improperio.

Il cliente nel bar di Gong è ‘il re’ e può decidere anche di scegliere l’opzione travestimento. Il cameriere con una maschera e un po’ di trucco si trasformerà in una persona conosciuta e ovviamente particolarmente odiata. E in questo ‘tutto il mondo è paese’, visto che tra i più richiesti c’è quello da capoufficio e da nuora.

Inutile dire che il successo è stato immediato.”L’idea di picchiare il mio principale, anche se solo virtualmente, mi fa impazzire – dice uno dei clienti affezionati – io vengo sempre qui appena uscito dall’ufficio. Mi rilassa”. E così ha trascinato nel suo bar preferito anche un suo collega che però non è d’accordo: ”Non credo che questo sistema sia una risposta – dice – se ci si sente così arrabbiati, meglio cambiare stile di vita o andare da uno psicologo”.

Il prezzo è contenuto e varia a seconda delle richieste. Si va da un minimo di cinque euro a un massimo di trenta per prestazioni extra. Una curiosità: la maggior parte dei clienti sono donne.

Tags: , ,

Archivio