Per l’ADB #Wineclub, il miglior fiano cilentano 2016 è il Trentenare

L’ADB #wineclub di Paestum, associazione di degustatori di vino, anche quest’anno, ha messo a confronto, in una degustazione alla cieca (vale a dire i degustatori non sono informati dei vini che assaggiano), 20 Fiano del Cilento della vendemmia 2016. Sono stati presi in considerazione i Fiano commercializzati con la denominazione Cilento Dop (o Doc) e Paestum Igp (Igt).

Sono state effettuate due “semifinali” di 10 vini ognuno e i primi 4 di ogni selezione sono stati confrontati in una simpatica finale. Nella prima semifinale si sono qualificati (tra parentesi, il risultato espresso in centesimi è stato scaturito dalla media dei voti dei degustatori, escludendo il punteggio più alto e quello più basso): Trentenare di San Salvatore (90), Vigna Girapoccio di Verrone (81,18), Enfasi di Botti (81,18) e Crai di Cobellis (80,09). Non qualificati: San Matteo di Rotolo, Proclamo di Marino, Saracè di Polito, Donnaluna di De Conciliis, Phasis Minore di Tenute del Fasanella e Acqua Chiara di Pippo Greco. Mentre, nella seconda semifinale, si sono qualificati: Vignolella di Barone (86), Kràtos di Maffini (85,36), Salso di Noverre di Giovanni Verrone (84,36) e Cumalè di Casebianche (80,81). Non qualificati: Heraion dei Vini del Cavaliere, Sciavichiell di Colle San Biagio, Isca Grande di Cardone, Fluminè di Rossella Cicalese, Costa d’Elce di Tommasini e Tresinus di San Giovanni. Questi 8 vini finalisti sono stati confrontati in una finale che si è tenuta lo scorso 4 luglio al Lido Ristorante Athena di Paestum. Questo il podio: 1° Trentenare di San Salvatore (89,08), 2° Vignolella di Barone (87,16) e 3° Salso di Noverre di Giovanni Verrone (84,75).

Tutti gli altri sono stati classificati ex aequo al 4° posto. Da notare come ognuno dei primi 3 vini classificati abbia ottenuto, nella semifinale e nella finale, praticamente lo stesso punteggio. Segno di professionalità e competenza da parte dell’ADB. Tra i commenti dei degustatori citiamo quello di Beniamino Gallo: “L’annata 2016 conferma la crescita di un territorio giovane in termini di produzione vitivinicola. I vini del Cilento rappresentano una realtà che deve renderci orgogliosi”. 

Dibbì – Il Settimanale UNICO – luglio 2017

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Codice di sicurezza:

Archivio