Obama-Trudeau: un brindisi lancia la nuova promessa del vino toscano. Hanno brindato con il CARTACANTA MONTECUCCO di BASILE.

Hanno fatto il giro del mondo le immagini della cena fra Obama e Trudeau al ristorante Liverpool House di Montreal. In pochi sanno che i due hanno brindato con un rosso italiano docg, il Cartacanta Montecucco Sangiovese dell’Azienda Basile. In Canada gli hanno dedicato addirittura una trasmissione tv e i due testimonial casuali del vino stanno attirando l’attenzione del grande pubblico anche in Italia.

“Il Montecucco è la nuova promessa del vino toscano, un gioiello enologico che prende vita tra le morbide forme della Maremma Toscana e le pendici dell’antico vulcano Amiata”, spiega all’Ansa Giovan Battista Basile, un discendente dello scrittore barocco Giambattista Basile, padre delle prime versioni italiane di favole come Cenerentola e la Bella addormentata nel bosco. Anche la sua storia sembra una favola: “nel 1999 ha acquistato alle pendici dell’Amiata una proprietà rimasta in stato di abbandono per 30 anni e si e’ trasferito con la sua famiglia da Napoli a Cinigiano, per dedicarsi a tempo pieno all’azienda agricola: otto ettari di vigne che ora producono quattro etichette (50.000 bottiglie in totale), di cui una, Ad Agio-Montecucco Sangiovese Riserva D.o.c.g., ha vinto i tre bicchieri del gambero rosso.” 

“Fin dall’inizio – racconta – ho scelto di coltivare i terreni con i dettami dell’agricoltura biologica. Le uve vengono controllate e certificate. L’azienda è ad impatto ambientale zero, poiché produce energia pulita con un impianto fotovoltaico ed ha seguito i principi della bioedilizia e del risparmio energetico”. Una filosofia ‘verde’ che accomuna Obama e Trudeau: “si’, mi piace pensare che la scelta del nostro vino si sposi con il loro impegno a favore dell’ambiente, tema di cui hanno discusso nella cena di Montreal”, sottolinea Giovan Battista Basile. 

A cura di Antonella Petris 

Da meteoweb.eu 

 

Tags: , , , , , ,

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Codice di sicurezza:

Archivio